Visite guidate in esclusiva

Desideri vivere un’esperienza unica? Vuoi entrare a Palazzo Venezia o salire sulla Terrazza Panoramica del Vittoriano dopo il consueto orario di apertura al pubblico? Il VIVE apre i suoi spazi in esclusiva sia a singoli che a gruppi. Avrai a disposizione una guida abilitata e specializzata, potrai scegliere tra un’ampia offerta di itinerari nella lingua che preferisci

01 03
Visite guidate in esclusiva
Visite guidate in esclusiva
Visite guidate in esclusiva
Un palazzo, cento storie. Fatti e personaggi di Palazzo Venezia

Dietro l'edificio dall’aspetto severo si cela un passato movimentato che stupisce chi lo visita per la prima volta. Da residenza papale ad ambasciata della Serenissima, fino alla destinazione odierna quale sede di istituzioni culturali, il palazzo custodisce all'interno delle sue mura la memoria di innumerevoli storie e personaggi, curiosità e aneddoti. Percorrendo l'itinerario completo - dagli appartamenti privati ai saloni, dal museo al palazzetto - rievocheremo nei vari ambienti gli eventi e i protagonisti che li hanno animati: banchetti sontuosi e grandi balli, concistori e cospirazioni, cardinali e papi, re e ambasciatori, ma anche artisti come Mozart e Rossini.

DOVE
Palazzo Venezia
PUNTO D'INCONTRO
Via del Plebiscito, n. 118
Palazzo Venezia: arte e architettura dal Quattrocento al Novecento

Il palazzo, edificato come residenza cardinalizia prima e papale dopo, costituisce un punto di svolta nella storia dell’architettura a Roma. Seppure ancora simile, nei prospetti esterni, a un fortilizio medievale, rivela in tanti elementi il fiorire del Rinascimento e una volontà di confrontarsi dialogicamente con l’antico. La visita include l'itinerario completo: appartamenti, saloni monumentali, collezioni museali, palazzetto. Ammireremo gli affreschi e le decorazioni marmoree del '400-'500, ma ci soffermeremo anche sugli interventi novecenteschi, come lo scalone, i pavimenti, i soffitti e i lampadari.

DOVE
Palazzo Venezia
PUNTO D'INCONTRO
Via del Plebiscito, n. 118
Vittoriano: simboli e significati del monumento nazionale degli Italiani

La visita serale ci darà l’opportunità di ammirare il Vittoriano con una luce diversa, dai colori del crepuscolo alla splendida illuminazione notturna. E’ un monumento noto a tutti gli Italiani, che non passa inosservato a chiunque arrivi a Roma e che caratterizza fortemente il panorama della città; eppure in pochi si soffermano sui dettagli dell’elaborata decorazione scultorea per cercare di decifrarne il significato. L’itinerario ci permetterà di approfondire i messaggi sottesi, il complesso programma iconografico ma soprattutto gli elementi e i simboli che sono alla base dell’identità nazionale, per imparare a conoscere meglio il monumento che celebra l'Italia e gli Italiani.

DOVE
Vittoriano
PUNTO D'INCONTRO
Biglietteria della Terrazza Panoramica del Vittoriano
Vittoriano: tra Classicismo e Liberty, arte e propaganda nella Roma Capitale

Le sculture del Vittoriano si staccano dalla mole titanica per tendere al cielo: vista da vicino, ciascuna figura, nonostante la dimensione gigantesca, lascia emergere la delicatezza dello stile Liberty in perfetta armonia con la citazione costante della classicità. La visita sarà dunque l’occasione per riscoprire il Vittoriano sotto una luce diversa, non più soltanto come monumento alla patria, ma come notevole opera d’arte frutto del lavoro di interpreti dalla diversa sensibilità, che rispecchiano il gusto della Roma della Belle Époque.

DOVE
Vittoriano
PUNTO D'INCONTRO
Biglietteria della Terrazza Panoramica del Vittoriano
Uno per tutti: il Milite Ignoto

La visita si concentra su due punti focali del Vittoriano, l’Altare della Patria e la Tomba del Milite Ignoto, elementi centrali dell'identità nazionale italiana. Le toccanti vicende riguardanti la tumulazione del Milite ignoto, dalla legge sul singolo caduto alla scelta della salma, dalla cerimonia di inumazione alla realizzazione della Tomba, ci consentiranno di capire perché il monumento è un simbolo per le nostre Forze Armate, ma anche di rivivere un periodo particolarmente difficile e intenso della nostra storia.

DOVE
Vittoriano
PUNTO D'INCONTRO
Biglietteria della Terrazza Panoramica del Vittoriano
Il Museo Centrale del Risorgimento

Allestito nell’imponente galleria superiore, il museo consente di ripercorrere la storia dell’indipendenza e dell’unità d’Italia dalla fine del XVIII secolo alla Prima guerra mondiale. Oggetti, documenti, opere d’arte e cimeli a volte unici raccontano le singole tappe del Risorgimento e il profilo biografico di alcuni dei suoi protagonisti. Dalle divise dei garibaldini al fusto di cannone utilizzato per trasportare la bara del Milite Ignoto, questa visita, particolarmente interessante per chi ama la storia, è anche un viaggio nella memoria.

DOVE
Museo Centrale del Risorgimento
PUNTO D'INCONTRO
Biglietteria della Terrazza Panoramica del Vittoriano
Vivere da Papa nel Rinascimento

Essere papa nel Rinascimento implicava avere una corte e dedicarsi anche ad attività che non rientravano strettamente nella sfera religiosa ma piuttosto in quella dei grandi sovrani del tempo. Paolo II, a cui si deve la costruzione di Palazzo Venezia, è un pontefice ricordato per avere organizzato sontuosi banchetti per i propri ospiti e per il popolo e intrattenimenti in occasioni di festività come il Carnevale; un papa, come molti altri del suo tempo, imbevuto di cultura classica e desideroso di imitare gli antichi imperatori romani. Questa visita propone un itinerario nella parte del palazzo legata direttamente alla persona di Paolo II, ovvero l'Appartamento Barbo, i saloni monumentali e il giardino segreto, il cosiddetto Viridarium. Sarà possibile percorrere gli ambienti pubblici destinati a incontri politici, diplomatici e perfino a concistori e quelli privati, riservati alle passioni più intime, come quella per il collezionismo d’antichità: in questo conosceremo aspetti della vita quotidiana dei pontefici in età rinascimentale, anche in parallelo con altre residenze papali.

DOVE
Palazzo Venezia
PUNTO D'INCONTRO
Via del Plebiscito, n. 118
La Serenissima a Roma: Palazzo Venezia, la basilica di San Marco e i luoghi della nazione veneta

Oggi per gran parte del pubblico i legami tra Palazzo Venezia e la Serenissima si limitano al nome, ma in origine erano profondi. La visita partirà dalla Basilica di San Marco, splendido esempio delle chiese “nazionali” a Roma nei secoli passati, per poi mettere in evidenza quelli che erano i luoghi dei cittadini dei vari centri del Veneto, dei quali si conservano spesso solo i nomi delle chiese o memorie nei documenti: un aspetto estremamente interessante dell'Urbe dal Medioevo all'Ottocento. All'interno di Palazzo Venezia la visita comprenderà l'itinerario completo, sia dell'edificio che delle collezioni, con particolare riguardo ai richiami a Venezia e all'utilizzo del palazzo tra la metà del Cinquecento e l'inizio dell'Ottocento: la donazione alla Serenissima, le trasformazioni architettoniche dei saloni ad uso dell'ambasciata, i balli e i concerti nei saloni, la presenza di Canova e dell'Accademia di Belle Arti, per concludere con la custodia dei “cavalli” bronzei di Venezia durante il primo conflitto mondiale.

DOVE
Palazzo Venezia
PUNTO D'INCONTRO
Via del Plebiscito, n. 118
Palazzo Venezia da Napoleone ad oggi

La visita approfondisce la storia, le funzioni e gli aspetti artistici di Palazzo Venezia dalla fine del Settecento ad oggi: un periodo complesso durante il quale l'edificio ha visto continui e profondi cambiamenti, anche architettonici, dei quali lo spostamento del Palazzetto è solo ilpiù più noto. Dall'insediamento dell'ambasciata austriaca alla rivendicazione da parte dell'Italia, dal Comitato dei lavori che sovraintese al restaurò dell’edificio attuale all'uso come sede del governo fascista, il XIX e il XX secolo hanno visto Palazzo Venezia in continua mutazione, in relazione alla storia del nostro Paese, fino alla sua funzione attuale di polo culturale. L'itinerario prevede la visita dell'intero circuito, incluse le collezioni, che ci daranno anzi la possibilità di illustrare i cambiamenti dal primo museo concepito nel 1916 fino ad oggi.

DOVE
Palazzo Venezia
PUNTO D'INCONTRO
Via del Plebiscito, n. 118